Mario Perrotta

Pitùr

Teatro dell’Argine in collaborazione con Teatro Sociale di Gualtieri - Comune di Gualtieri - Associazione Olinda - dueL

Pitùr

«Perrotta sceglie un approccio quasi da teatro danza, un approccio fluido per cercare di catturare, di evocare il movimento dell’anima e dell’immaginario di Ligabue attraverso le azioni danzate di sette bravi attori»
Magda Poli, Corriere della Sera

Uno spettacolo di Mario Perrotta
 
con Mario Perrotta, Micaela Casalboni, Paola Roscioli, Lorenzo Ansaloni, Alessandro Mor, Anaïs Nicolas, Claudia Mosconi, Livio Remuzzi
 
musiche composte e registrate da Mario Arcari
 
PREMIO DELLA CRITICA 2015 alla trilogia del Progetto Ligabue
Premio UBU 2015 al Progetto Ligabue come miglior progetto artistico e organizzativo
 

 

Leggi la rassegna stampa completa >

Guarda le foto >

Vai al sito del Progetto Ligabue >

 
 
Come si “racconta” un colore? E un insieme di colori che compongono un quadro? e le figure e le storie che animano un quadro? Come si restituisce la bellezza assoluta di certe opere di Ligabue senza omettere, però, che era lo “scemo del paese”? Secondo movimento del Progetto Ligabue, uno spettacolo che vede coinvolti sulla scena otto interpreti per regalare voce, suono e fatica fisica al mondo interiore di Ligabue. Per trasformare in corpi danzanti e parlanti gli animali, i volti e i paesaggi del suo immaginario pittorico. Sullo sfondo l’Italia degli anni a cavallo tra la seconda guerra mondiale e il boom economico, anni in cui esplodevano i maestri del neorealismo così come i Modugno e i Celentano, mentre Antonio Ligabue dipingeva isolato in un bosco e intorno a lui si agitava un mondo contadino in bilico tra l’Ottocento e la Seicento da comprare a rate. Un focus sull’artista e il suo paesaggio interiore, alla ricerca di quel corto circuito che avvenne nella sua vita quando le linee verticali delle montagne svizzere vennero a contatto con le linee orizzontali delle pianure padane, generando nell’anima un contrasto esplosivo continuamente denunciato dal pittore nei suoi dipinti.