Della madre

Della madreTeatro Stabile di Bolzano, La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale

«Perrotta di mamme ne mette in campo due, la nonna-madre e la figlia-madre, e in modo teatralmente suggestivo. Ne viene fuori un quadro terribile di maternità come eterna gravidanza, eterno controllo della vita del figlio/a, soffocante, fragile, tenace.»
Anna Bandettini, La Repubblica/Robinson

La Repubblica - Robinson

Perrotta di mamme ne mette in campo due, la nonna-madre e la figlia-madre, e in modo teatralmente suggestivo. Ne viene fuori un quadro terribile di maternità come eterna gravidanza, eterno controllo della vita del figlio/a, soffocante, fragile, tenace.

Il Sole 24 Ore

Due cupole, che fanno anche da smisurate gonne ai personaggi, e con una spiazzante invenzione si illuminano dall’interno evocando degli enormi grembi di eterne partorienti, nei quali, grazie a onirici effetti video, si intravedono ambienti immersi in una specie di liquido amniotico, in cui nuota come una sirena la bambina.

Gazzetta di Parma

Uno spettacolo coraggioso e molto bello, dove, nell’eleganza della scena, si affrontano temi scabrosi. Intenso il monologo della Madre interpretata dalla Roscioli, che arriva a confessare i suoi dubbi più angosciosi. Forse lei neppure desiderava diventare madre?

Il Manifesto

Nonna e madre costruiscono una quotidianità conflittuale, intrecciando dialoghi surreali intorno alla figlioletta assente, ma che compare fluttuante nelle raffinate immagini video e ricorrendo alla chat «Mamme per sempre» su WhatsApp, da cui scaturisce la linea comica dello spettacolo. Un lavoro in sottrazione di parole, concentrato su questa tirannica dinamica relazionale.

Ateatro

Della Madre ha la grazia e la coerenza di uno spettacolo riuscito e immediatamente comprensibile a differenti livelli di lettura. Superata da tempo la postura tradizionale del narratore, Perrotta si muove ormai con piena consapevolezza all’intreccio dei linguaggi performativi, in un efficace equilibrio fra drammaturgia, scenografia, musica e multimedialità.

< Torna alla rassegna stampa